mercoledì 9 maggio 2012

Incredibile Bavisela 2012

Mi sono iscritto con l'inganno... ovver preso dall'entusiasmo avevo comunicato l'iscrizione in società, poi me ne ero scordato, mi era passata la voglia, e quando sul più bello ero convinto di passare una tranquilla domenica mi viene ricordato che mi ero iscritto e che soprattutto dovevo pagare l'iscrizione... e quindi visto che ormai quello che è pagato è pagato, la gara bisogna farla... scusate ma sono di origini nobili istriane :)
Le premesse contrastanti... ottimo tempo alla CorriTrieste, male alla MujaLonga, un solo allenamento (tra l'altro di recupero), problemi intestinali il venerdì, partita di pallamano il sabato (causa infortuni e assenze di mezza squadra) ed è così che mi presento alla partenza della Bavisela 2012, anzi, della Maratonina dei Due Castelli, che per chi non la conoscesse, è la maratonina di casa, che porta dal Duino a piazza Unità d'Italia, con 9 km lungo una delle strade più belle al mondo, ovvero la strada Costiera, e che prende il nome dal numero di castelli che si incontrano lungo il percorso:  il castello di Duino (a dir il vero non lo si vede dal percorso di gara...) e lo splendido castello di Miramare.
Il percorso della maratonina
Tutta l'attesa pre-partenza è un continuo andirivieni tra le griglie di partenza ed il bagno... maledetto integratore, ogni volta mi freghi... bene, mancano due minuti alla partenza, mi posiziono audace nella griglia < 1h15m (tanto dentro ci sono tutti...), manca un minuto, ma mi scappa ancora! Ed è così che esco di corsa dalla griglia, e proprio mentre viene dato il via, entro in bagno! Esco, e mi infilo dove riesco. Parto con circa 1 minuto di ritardo sul tempo ufficiale...
La tattica di giornata è semplice: prima parte ondulata da far lenta, senza forzare, costiera ad un ritmo decisamente più allegro, discesa finale da Grignano al bivio fatta con testa, e dopo cercare di tenere un ritmo decoroso, ben sapendo che le difficoltà saranno subito al bivio e nella zona del ferroviario.
La partenza è veramente lenta, complice una gran calca dovuta alla suddivisione della carreggiata tra maratona e maratonina. Decido di non sorpassare a destra e sinistra con continui cambi di ritmo, mi metto a lato, seguo un po' il ritmo di tutti, con alcune deviazioni per evitare di rimanere proprio incastrato. Il primo km è proprio lento (5'03''), e c'è anche parecchia umidità... non sono contento... Finalmente la strada si allarga, e imposto quei 4'50 al km che volevo per la prima parte della gara. Il quarto km è leggermente più lento causa ristoro, e quindi inizia la costiera. Tutta la costiera la faccio ad un ritmo praticamente costante poco al di sotto dei 4'35'', cerco di non esser eccessivamente veloce, e di correre rilassato, sapendo che il vero problema è il passaggio al bivio di Miramare. Bivio preceduto dalla discesa che parte dalle gallerie, fatta in relax a 4'05''. Passato il bivio, rimango concentrato e cerco di mantenere la velocità, ci riesco e infatti il 15esimo e 16esimo km li faccio ad un sorprendente 4'25''. Cominciano quindi i km più brutti e difficili, e infatti pago lo sforzo e la partita del giorno prima, passo subito a 4'40'' e poi ancora 4'48''. La fatica fatta si fa sentire, fortunatamente sono ormai in zona stazione, manca poco, comincia finalmente ad esserci pubblico che incita e saluta, rimetto insieme le ultime energie e sparo l'ultimo km a 4'09''. Il risultato finale è un ottimo 1h36m44 (media 4'36''), 2m25s sotto il precedente limite stabilito nella piatta Palmanova, a fine stagione e con un clima decisamente più favorevole.
Auto-lap ogni km
Che dire? Beh, finalmente contento, anche perché le aspettative erano basse o meglio forse non c'erano aspettative, anche perché la preparazione non è stata assolutamente specifica. Contento anche perché dalla prima mezza dell'anno (Gorizia), per quanto fosse ancora a inizio stagione (e con il mese di non allenamento alle spalle), passando per Berlino, il tempo finale è calato di più di 11 minuti.
Il riassunto della fatica

Adesso fortunatamente il tempo delle mezze si prende una lunga pausa, per ricominciare appena a fine ottobre con la maratonina di Lubiana e terminare subito dopo con Palmanova. Spazio quindi alle gare brevi: domenica 13 Trofeo Principe!

3 commenti:

mjaVale ha detto...

Complimenti davvero per l'inaspettato PB!! (... forse merito dell'assenza di aspettative??)

Marco Angileri ha detto...

beh, le aspettative non c'erano... ma non c'era neanche l'allenamento specifico... boh... e intanto alleniamoci!

margantonio ha detto...

Il percorso della Bavisela (come anche della Maratona che ho corso io) se viene ben interpretato può dare buone soddisfazioni. complimenti per il tuo PB

antonio margiotta